Il Covile | Indice Newsletter (2001-2009)

Il Covile - N.o 187 (1.2.2004) Psicopatologia dell'antiamericanismo (di Claudio Risé)

Questo numero


Dello psicanalista Claudio Risé e di come difenda la cultura maschile abbiamo già avuto modo di parlare (vedi NL n° 114), va forse aggiunto che la sua ultima opera, IL PADRE - l'assente inaccettabile, è arrivata in breve tempo alla terza edizione e, a mio modesto avviso, andrebbe assolutamente letta.
 
Ma Risé oltre che analista è anche studioso di polemologia: quello che vi presento è un prodotto del mix tra i due talenti. Il testo non è breve né facilissimo ma è notevole anche perché, inter alia, dà qualche risposta all’importante questione che chiamerò “della persistenza del nazi-comunismo” sulla quale ha lavorato con profitto pure l’amico Riccardo De Benedetti (vedi il suo La fenice di Marx, edizioni Medusa, ne riparleremo tra breve).
 

Psicopatologia dell'antiamericanismo (di Claudio Risé)


[il testo è disponibile nel sito dell'autore, che vale davvero la pena di visitare]