Il Covile | Indice Newsletter (2001-2009)

Il Covile - N.o 245 (24.1.2005) Amici scrivono

Amici scrivono


Due mail sulla NL di ieri.
 
Luigi Puddu:
“Ma non era anche la storia di Edipo?”
Alberto Vardiero:
“A proposito sempre del Tsunami, mi è piaciuta la risposta di padre Ferdinando Severi, che agli interrogativi religiosi intorno alla tragedia risponde brusco:
«Sono domande inutili. Da che mondo è mondo, terremoti e inondazioni feriscono l’umanità. La risposta è la stessa di sempre: da quando si è separato da Dio col peccato originale, il mondo ha perso il suo equilibrio, la sua perfezione. Il mondo perfetto che non c’è più a causa del peccato possiamo ritrovarlo dentro di noi testimoniando i valori soprannaturali: l’amore per Dio, l’amore per il prossimo, il perdono, la fraternità».
Padre Ferdinando Severi, il 70enne francescano conventuale parroco di Banda Aceh che il 26 dicembre si è salvato per un soffio mentre si trovava a Meulaboh (250 chilometri più a sud lungo la costa occidentale)."