Caccia & cacciatori

Raccolta tematica di numeri della rivista.​

Jünger nel suo libro liquida sec­camente, con un vivace aned­doto, la questione del colle­zionista pentito. Du­rante la «caccia sottile» a Luxor, nel lus­sureggiante giardino del­l'hotel sulle sponde del Nilo, ove si stupisce di non trovare api né farfalle né gli insetti piú comuni, si imbatte in «[...] una di quelle americane che girano il mondo, della quale non avrei saputo indovinare l'età . [...] Cercai inu­tilmente di nascon­dermi o, almeno, di darmi l'aria dell'inno­cente appas­sionato di fiori, per evitare parole come hobby o simili deflo­razioni divenute purtroppo di moda anche in Europa: hobby invece che diletto, keep smiling invece che sourire. ¶ Ma quella mi aveva già  adoc­chiato. Dovetti spie­garle che cosa stavo facendo, persino mostrarle la bot­tiglia per le prede, al cui interno ancora si dimenava una oxytherea [...]. Sembrಠche questo le riuscisse sgra­dito; contrasse il volto in una smorfia di disgusto, come se ne uscisse una piccola nuvola di etere. «Sarebbe meglio che non facesse di queste cose»: con queste parole si allontanಠtra le aiuole, senza neppure por­germi la mano. ¶ La vidi av­viare una bene­vola conver­sazione con il giardi­niere nero [...]. A lui porse la mano e, andan­dosene, si voltಠancora una volta con un ultimo cenno di saluto. Eviden­temente se l'era ca­vata meglio di me. Continuಠil suo lavoro con zelo rad­doppiato: andava e veniva da una grossa botte dove riempiva l'annaf­fiatoio con cui spruz­zava di acqua la siepe di fiori. Ma perché quella botte era rossa? Il liquido che vi era raccolto non sembrava acqua. Ogni volta che il giar­diniere vi attingeva, lo rimescolava. [...] ¶ Dove io da dieci­mila esemplari ne rac­coglievo uno come tributo, egli si compor­tava all'opposto: ne ri­spar­miava al massimo uno. Ecco perché non si vedeva muo­versi nessuna zampetta. E questo con il consenso di tutti.» (Ernst Jünger, Subtile Jagden, trad. it. Cacce sottili ed. Guanda 1997, p. 162)

Caccia. La forma della vita felice.

№ 464 (Luglio 2018)  Combriccola primaverile.E. Kreidolf con H. Hesse, V. Nabokov, G. De Nerval, H. Heine, E. Jünger, G. Gozzano.​  

№ 213 (752)(Maggio 2013)  Parliamo di limiti  

№ 176 (715)(Agosto 2012)   Il richiamo del bosco.Rime di caccia.​   Eugenio Castellani

№ 141 (680)(Febbraio 2012)  La caccia e i filosofi.  

№ 138 (677)(Gennaio 2012)   L'adolescenza di Jacques Du Fouilloux.   Jacques Du Fouilloux

Cliccare sulla copertina per leggere o scaricare la pubblicazione.


Caccia. La forma della vita felice.

Copertina di Caccia. La forma della vita felice.


Combriccola primaverile.

Copertina di Combriccola primaverile.


Parliamo di limiti

Copertina di Parliamo di limiti

Eugenio CastellaniEugenio Castellani
Il richiamo del bosco.

Copertina di Il richiamo del bosco.


La caccia e i filosofi.

Copertina di La caccia e i filosofi.

Jacques Du FouillouxJacques Du Fouilloux
L'adolescenza di Jacques Du Fouilloux.

Copertina di L'adolescenza di Jacques Du Fouilloux.

 

 Avvertenza • Contatti • © • Privacy

Wehrlos, doch in nichts vernichtet
Inerme, ma in niente annientato
(Der christliche Epimetheus
Konrad Weiß)

 

Legenda: =Traduttore =Poesia =Libro =Cartaceo =Raccolta =Manifesto =Sito