English 
Il Covile
Mappa   Libri   Manifesti   Ultime pubblicazioni

 

Il caso Forteto

Di fronte alle rivelazioni sconvolgenti sulla trentennale vicenda del Forteto, ora tutti si domandano: «Com’è potuto accadere?»

Questa lunga inda­gine dà  qualche risposta, anche perché nessuno s'illuda che siamo di fronte ad un incidente, ad un incrocio eccezio­nale e irripe­tibile di circostanze. Le vittime del Forteto sono state tradite da chi a loro era vicino, da chi le doveva proteggere, aiutare, edu­care, ma anche da altri, lontani e a loro scono­sciuti, e altrimenti noti nelle case edi­trici, nelle uni­ver­sità , nei salotti. I testi che cieca­mente hanno accre­ditato e sostenuto la setta del Forteto non sono stati rinnegati, e simili ideologie ispirano oggi le burocrazie delle Organiz­zazioni Interna­zionali, i teorici del­l'amplia­mento del­l'area del­l'impo­sizione pub­blica nella morale e nel­l'edu­cazione, secondo nuo­vi farne­ticanti model­li antro­pologici.

Cliccare sulla copertina per leggere o scaricare
la pubblicazione.

Stefano Borselli (a cura di) Caso Forteto. La catastrofe del cattocomunismo fiorentino.

Armando Ermini №339(878) Una singolare lettera di don Milani.

Commissione regionale toscana sul Forteto La seconda parte della relazione finale.

Stefano Mugnai Forteto. Era già tutto scritto.Attraverso la stampa un dramma coperto per trent’anni.

№227(766) I venerati maestri.

№196(735) Un prequel. Il viaggio in Cina del Giudice Meucci.

№191(730) Dottrina.

№190(729) Il Forteto, catastrofe del cattocomunismo fiorentino.





Stefano Mugnai
Forteto. Era già tutto scritto.
Attraverso la stampa un dramma coperto per trent’anni.





Il Forteto, catastrofe del cattocomunismo fiorentino.
Come il donmilanismo-meuccismo partorì una Thelema mugellana


AVVERTENZA Il presente sito è esente da qualsiasi tipo di atti­vità lucrosa ed è privo di inserti pubbli­citari o com­mer­ciali. Le informa­zioni di cui si occupa non hanno na­tura periodica, pertanto non sono sog­gette alla normativa della legge 47/78, richiamata dalla leg­ge 62/­2001. Il materiale multi­mediale non creato appo­sita­mente per questo sito, ma in questo sito presente, può essere ancora soggetto al Copyright dei rispet­tivi autori. In questo caso l'unico scopo del responsabile è stato quello di promuovere le opere citate. Le citazioni delle opere e degli autori sono presenti nelle singole pagine. Le pagine web inserite sono corre­date dalle infor­mazioni disponibili degli autori e dai relativi link. Qualora gli eventuali titolari di diritti su testi, immagini e musiche si dovessero ritenere danneggiati, il responsabile del sito è pronto ad ogni modifica o cancellazione. Con­tatti: il.co­vile@­gmail­.com. Per la compo­sizione della rivista, dei libri e del sito si ricorre profi­cuamente (e soltanto) a Libre­Office, No­te­pad++, Font­Forge, Ink­scape, GIMP, Foto­Sketcher, PDF­sam. Per carat­teri, maniculæ e altri simboli e orna­menti tipografici ricor­riamo soprat­tutto all'opera (di dominio pubblico) di Igino Marini, Dieter Stef­fmann, Manfred Klein e Wood­cutter manero insieme ai Morris Ornament della HiH Retro­fonts ed ai Baroque Borders di Ingo Preuß. Importante: dal luglio 2018 le pagine di questo sito fanno uso esclu­sivamente di file html (normalmente generati da xml&xsl con Saxon), css, png, svg, pdf e sono felice­mente prive di Javascript e di Cookies; così nessuno verrà trac­ciato o, perlomeno, non con il nostro aiuto. Il sito può essere in­tegral­mente scari­cato con HT­Track. © Stefano Borselli 2021. I testi originali sono licenziati sotto Creative Commons. Attri­buzione. Non commer­ciale. Non opere deri­vate 3.0 Italia License.